Alps

Regia: Yorgos Lanthimos Durata: 94'

Atene. Una squadra formata da un paramedico, un'infermiera, una ginnasta e il suo allenatore sostituiscono, sotto compenso, persone appena defunte per aiutare amici e parenti a lenire il dolore dell'elaborazione del lutto. Si fanno chiamare Alpeis (Alpi), perché possono rappresentare qualsiasi altra montagna al mondo ma non possono essere scambiate per altre vette. Ognuno di loro porta il nome di una delle vette della catena montuosa. Fra questi, Monte Rosa è la donna che si occupa di assistere in ospedale una giovane giocatrice di tennis che ha appena avuto un incidente e sta per morire. Senza rivelarlo agli altri membri del gruppo, la donna comincia a sostituirsi alla ragazza e ne assume a poco a poco l'identità. Le quattro "alpi" diventano quattro attori pronti a lavorare sul corpo, imitatori in cerca dell'identità di chi non c’è più per lenire l'angoscia e il dolore di chi resta. "Qual era il suo attore preferito?" chiedono i quattro membri del gruppo ai parenti dei defunti, a significare che è proprio dalla sfera emotiva dell’interpretazione attoriale che occorre partire per ricostruire quelle costellazioni familiari fatte di affetti e ricordi che servono a ricomporre le ferite della perdita.

Il film è stato presentato in concorso alla 68ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia, dove ha vinto il Premio Osella per la migliore sceneggiatura. Yorgos Lanthimos, autore tra i più acclamati del nuovo cinema greco, è noto al pubblico per The Lobster, che gli valse il Premio della giuria al Festival di Cannes 2015, e per il successo de La favorita, film premiato nel 2018 al Festival di Venezia e nel 2019 con l'Oscar® a Olivia Colman come miglior attrice.

 

NewsExtra

  Rassegne

IL CINEMA RITROVATO AL CINEMA

FINO AL 30 SETTEMBRE
TUTTI I GIORNI

Visualizza

LA GRANDE ARTE AL CINEMA

STAGIONE 2020-2021 – PARTE I
DA SETTEMBRE A DICEMBRE

Visualizza

NewsletterIscriviti alla newsletter

Inserisci la Tua Email nel campo sottostante per essere sempre aggiornato sulle novità del mondo Pixel!

conte_600x400.jpgmaledetto-modigliani_600x400.jpgcaso-pantani_600x400.jpg